“Tempo perso e rubato”: la musica in carcere

Polaresco 15 APR 2015 08

“Intanto il tempo vola via, fuori dalle mura. Non tornerà mai più…”

Tempo perso e rubato, traccia d’apertura dell’album Passato Futuro Eternità, nasce in occasione di Anime Fuori 2015, concorso organizzato dall’allora Spazio Polaresco di Bergamo: la canzone è la nostra interpretazione musicale di una poesia di Roberto T., all’epoca detenuto della casa circondariale di Bergamo. Con questo brano a dicembre del 2015 abbiamo portato, insieme ad altre band, la musica dentro il carcere di Bergamo.

Ascoltate Tempo perso e rubato su Spotify! Clicca qui