Avidi di niente – Testo

Ragazzo che beli in gregge
Offendi l’umanità
Il coro per te è legge
Non hai personalità

Pecora sei, vai dove vanno gli altri
Dubbi non hai? Pensare mai?
Ben ti vedrei brucare in mezzo ai prati
Se lana dai, tranquillo stai
Eviti i guai, su strade già percorse vai
Dubbi non hai? Pensare mai?
In riga stai, le idee di qualcun altro avrai
Rispondi a un Dio che non è mio

Un demiurgo avido
si arricchirà di superficialità
Sul tuo cuore arido
non vuol far sbocciare il dissenso

Lui tira i fili e, marionetta, tu sfili
Dubbi non hai? Pensare mai?
Sorridente, pupazzo senza mente
Rispondi a un Dio che non è mio

Un demiurgo avido…

Un’idea comune spegne il lume
di chi voglia di cambiare non ha
Pensar sbagliato è il mio segreto
Io non sono come te

Un demiurgo avido…
Io mai sarò come te!